Adulti

AREE DI INTERVENTO CONSORTILI

Lettura del contesto

Lavorare con la Persona adulta, permette ai Servizi consortili di approcciare un target di riferimento che ha già consolidato orientamenti, strategie e sicurezze all’interno di un tessuto sociale che ne ha in qualche modo influenzato l’evoluzione e la crescita. Essere adulti, non solo in senso anagrafico, implica un certo grado di maturità, ma soprattutto un grado di consapevolezza nelle proprie risorse, anche residue e variamente strutturate, che siano in sintonia o per motivi diversi, in estrema antitesi con i modelli culturali odierni. Lo “scollamento”, ovvero le divergenze consapevoli tra individuo e società, possono alimentare tensioni ed insicurezze. Continui cambiamenti sociali non sempre permettono di patrimonializzare l’esperienza svolta, talvolta anche arricchente. La responsabilità nella crescita dei figli, la relazione con l’altro, la precarietà del lavoro, un economia in forte cambiamento, contrasti sociali e politici, il senso di protezione e sicurezza, l’orientamento al consolidamento dei propri ideali e di una condizione migliore di vita… una vita, comunque, degna di essere vissuta: tutto ciò può far insorgere nuove fragilità dovute soprattutto al contesto con cui ci si relaziona, nuovi disequilibri, nuove ansie per il tempo presente e futuro.

Individuazione dei bisogni

Assistiamo ad un susseguirsi di manifestazioni e di collassi che debbono, nella Persona adulta, essere comunque orientati nel riproporre giuste ottiche di visibilità del contesto. Per mettere a fuoco le problematiche emergenti e per uscire da contesti miopi o in via di cronicizzazione, sono necessarie competenze professionali sempre più strutturate, analizzate anche con un certo senso critico, e capacità di individuare il reale bisogno manifestato, attraverso una lettura corretta di schemi comportamentali.
Emerge un bisogno esplicito di cura, di essere accompagnati, di integrarsi, per non sentirsi socialmente esclusi ed incapaci di manifestare le propria adultità nel tempo che avanza.
Le necessità colte, sono indirizzate al recupero di senso per la quotidianità, alla riscoperta dei valori che maggiormente ci caratterizzano, alla necessità di collocare aspettative e capacità in un tessuto sociale in grado di riconoscerne ancora caratteristiche tipiche e singolari.

Risposte possibili

Le nostre reti hanno l’opportunità di offrire percorsi di integrazione per la persona adulta nel contesto lavorativo in modo particolare, elemento cardine su cui fondare la centralità delle relazioni. E’ questo un aspetto dove, attraverso la cooperazione B, si sono maturate esperienze che coniugano apprendimento, formazione e professionalità entro un mercato del lavoro di non sempre facile approccio, tra competitività e nuovi modelli lavorativi. E’ questo un lavoro lento, in quanto rispettoso dell’identità personale, ma ancora possibile. Attraverso un accompagnamento guidato si tenta di far ritrovare il proprio orientamento: servizi di consulenza sulle problematiche emergenti, servizi di integrazione sociale e culturale, accompagnamento alla ricerca di un’ abitazione, diventano le risposte offerte per poter riprendere ciascuno il proprio percorso con maggiori sicurezze nel raggiungimento dei propri obiettivi qualificanti. Entro le nostre reti ciò è realmente stato possibile grazie alla conoscenza del territorio e alla stretta sinergia fra servizi di produzione-lavoro, per una risposta concreta rivolta a sostenere le difficoltà e a contenere il “carico” assistenziale.
Famiglie da sostenere ma anche Famiglie consolidate come risorsa e patrimonio da cui ripartire per nuove progettualità.