Politiche Attive Del Lavoro

Co.Al.A. s.c.s.

 

Il Consorzio Co.Al.A. scs aderisce al Consorzio di scopo, del gruppo CGM, Mestieri s.c.s e si occupa di servizi al lavoro.

Dal 2016 il Consorzio Co.Al.A. gestisce autonomamente, con un proprio accreditamento in Regione Piemonte, gli sportelli di Asti, Alessandria e Valenza Po.

Cerchiamo di coniugare il ruolo di agenzia accreditata all’incontro di domanda e offerta, con l’attenzione a chi socialmente è più debole e ha meno mezzi a sua disposizione per integrarsi nel mondo del lavoro. La nostra equipe (costituita da educatori, tutor per gli inserimenti lavorativi delle categorie svantaggiate, assistenti sociali e, all’occorrenza mediatori culturali e psicologi) condivide valori ed è attiva, a livello locale, nel relazionarsi con enti e associazioni che si occupano della promozione dei diritti e della tutela dello svantaggio. Cerchiamo di costruire con le persone una relazione che ci permetta di crescere insieme e di condividere successi e insuccessi.

Chi si rivolge a noi può ricevere informazioni utili alla ricerca di lavoro, essere orientato verso le occasioni formative e occupazionali del territorio, partecipare a percorsi di politica attiva da noi proposti inerenti a progetti specifici: incontro domanda/offerta, tirocini di inserimento/reinserimento nel mondo del lavoro, consulenza orientativa a seguito di un bilancio delle competenze, ecc.

Le aziende e i privati che collaborano con noi e si rivolgono allo sportello possono: cercare personale attraverso il nostro servizio di preselezione, ricevere utili informazioni inerenti ai progetti di inserimento lavorativo del territorio e candidarsi ad ospitare percorsi di tirocinio, ricevere consulenze mirate all’integrazione nel gruppo di lavoro di persone portatrici di disagio.


Lo sportello di Asti sito in Via Carducci n. 22 è aperto nei seguenti orari:

  • Lunedì – 08:30-13:30 / 14:00-17:00
  • Martedì – 08.30-13.30
  • Mercoledì – 08.30-12.30 su appuntamento
  • Giovedì – 15.00-18.00

Per informazioni chiamare in orario di sportello il n. 0141.30571


Lo sportello di Alessandria sito in Via Verona n. 95 è aperto nei seguenti orari:

  • Martedì – 09.00-13.00
  • Martedì – 14.00-18.00 su appuntamento
  • Mercoledì – 09.00-13.00 su appuntamento
  • Giovedì – 09.00-13.00
  • Giovedì – 14.00-18.00 su appuntamento

Per informazioni chiamare in orario di sportello il n. 392.0600838.


Lo sportello di Valenza sito in Via IX Febbraio n. 22 è aperto nei seguenti orari:

  • Lunedì – 09.00-13.00
  • Lunedì – 14.00-18.00 su appuntamento
  • Mercoledì – 09.00-13.00
  • Mercoledì – 14.00-18.00 su appuntamento
  • Venerdì – 09.00-13.00

Per informazioni chiamare in orario di sportello il n. 344.287585

Buono per Servizi al Lavoro per DISABILI

La Regione Piemonte promuove l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità, attraverso atti di indirizzo e appositi bandi, che prevedono attività e servizi (tirocini, sostegno al reddito, supporto tutoriale, percorsi brevi e specifici di formazione professionale e adeguamento competenze) finalizzati ad avviare al lavoro le persone diversamente abili.

Le persone disabili hanno diritto all’assegnazione del Buono servizi al lavoro, finanziato dal Fondo regionale disabili. Chi ne ha diritto:

REQUISITI (l’adesione è volontaria)

  • essere disoccupati
  • essere iscritti al Collocamento mirato (legge 68/1999)
  • avere domicilio in Piemonte
  • non essere già inserite in altre iniziative nell’ambito della programmazione regionale a sostegno del lavoro, fatta eccezione per il percorso SIA

SERVIZI DISPONIBILI

Chi si rivolge alla rete degli operatori accreditati dalla Regione Piemonte può essere preso in carico e ottenere diverse tipologie di servizi:

  • orientamento di primo livello
  • orientamento specialistico
  • ricerca attiva e accompagnamento al lavoro
  • tutoraggio per inserimento in impresa: in tirocinio o contratto di lavoro di lungo periodo
  • incrocio domanda/offerta

A CHI RIVOLGERSI

Per l’attivazione del Buono Servizi Lavoro rivolto alle persone con disabilità, ci si può rivolgere a uno dei 133 sportelli accreditati dalla Regione Piemonte.

per informazioni: http://www.regione.piemonte.it/lavoro/politiche/disabili.htm

Qualche informazione in più presso i nostri sportelli accreditati di Asti, Alessandria e Valenza.

Garanzia Giovani Disabili (GGD)

La Regione Piemonte con la Direttiva pluriennale per l’attuazione del Piano Regionale Garanzia Giovani “Atto di Indirizzo per la formulazione dei Bandi regionali periodo 2014 – 2018” (DGR n. 34–521 del 3 Novembre 2014) ha inteso promuovere un modello innovativo di attuazione delle politiche finalizzate all’inserimento lavorativo dei giovani, nel rispetto dei principi del “Piano di attuazione Italiano della Garanzia per i Giovani”. Tale modello, riconduce ad una strategia unitaria tutte le misure atte a perseguire gli obiettivi della Raccomandazione del Consiglio Europeo del 22 aprile 2013 e gli indirizzi già resi pubblici a livello nazionale.
In tale contesto di programmazione si inserisce la decisione della Direzione Regionale Coesione Sociale di ampliare la gamma di opportunità a disposizione dei giovani piemontesi che si trovano nella condizione di NEET (Not in Education, Employment or Training), mettendo a disposizione un intervento sperimentale denominato
Progetto straordinario Garanzia Giovani Disabili – GGD. Tale intervento è rivolto a soggetti ad alto rischio di esclusione sociale ed è finanziato a valere sul Fondo Regionale per l’occupazione dei disabili (FRD). Il Progetto straordinario Garanzia Giovani Disabili si configura quindi come una delle azioni collegate al programma Garanzia Giovani e intende contribuire al raggiungimento degli obiettivi generali che la Regione Piemonte ha fissato nel Piano Regionale di Attuazione approvato con D.D. n. 397 del 29 Maggio 2014 e modificato con DD n. 503 del 16 Luglio 2014

DESTINATARI

Il progetto si rivolge a giovani disabili che, al momento dell’adesione all’intervento, possiedono i seguenti requisiti:

  • età compresa tra i 16 e i 29 anni, ovvero a partire dal compimento del 16° anno e fino al giorno prima del compimento del 30° anno di età (29 anni e 364 giorni)1;
  • essere inoccupati o disoccupati;
  • non essere inseriti in altre iniziative attivate nell’ambito della programmazione regionale o provinciale a sostegno del lavoro e della formazione;
  • essere domiciliati in Regione Piemonte.

Il progetto Garanzia Giovani Disabili è iniziato a marzo 2016 ed è terminato a dicembre 2017.

Risultati del Progetto GGD gestito da Co.Al.A. scs – Servizi al Lavoro

Progetti di inserimento lavorativo attivi nel 2018 e gestiti da Co.Al.A. scs – territori ASTI e ALESSANDRIA

 

Buono per Servizi al Lavoro per persone in condizione di svantaggio e per disoccupati da almeno 6 mesi

Il Buono per Servizi al Lavoro è una misura della Regione Piemonte, finanziata dal Fondo sociale europeo 2014-2020, per favorire l’inserimento occupazionale di persone disoccupate e svantaggiate.

  • è un INSIEME DI SERVIZI ALLA PERSONA, personalizzato sulle caratteristiche dell’utente, per l’accompagnamento alla ricerca di impiego. Non è un assegno in denaro; i servizi, gratuiti per l’utente, vengono pagati a chi li eroga .
  • è composto da un numero di ORE DEDICATE, da far fruire, in forma individuale o per piccoli gruppi, alle persone disoccupate per accompagnarle nella ricerca attiva di lavoro. Le attività proposte tengono conto delle caratteristiche individuali di ognuno, valorizzandone il profilo professionale e personale

per informazioni: http://www.regione.piemonte.it/lavoro/politiche/buonoservizi.htm

Qualche informazione in più presso i nostri sportelli accreditati di Asti, Alessandria e Valenza.

Per informazioni puoi rivolgerti agli sportelli accreditati degli Operatori che hanno aderito a “IN RETE PER IL LAVORO”

PARTNER DI RETE

INSERIMENTO LAVORATIVO

Diritto al Lavoro per noi significa offrire reali opportunità di crescita professionale in un settore lavorativo che vede il protagonismo della Persona quale valore attraverso cui poter sostenere l’economia della propria impresa sociale.

In questa visione si colloca anche il lavoro svolto dalla cooperazione di tipo B.

Dedicare uno spazio mirato ai servizi di produzione lavoro presso i quali hanno trovato una propria dimensione lavorativa Persone che si sono misurate con percorsi di ricollocazione sociale, è il naturale sviluppo di opportunità circa un modo di collocare il ruolo lavorativo all’interno del sistema Consorzio e del proprio sistema di provenienza.
Le cooperative diventano spazi possibili in cui ciascuno ha agito con le proprie forze, è stato accompagnato e ha preso coscienza dell’importanza di reggere ritmi sociali entro ritmi produttivi ed economici.

L’integrazione per noi è una continua sfida che si traduce in progetti sulle Persone, attraverso percorsi di entrata e di uscita, verso una maturazione individuale. Quando l’integrazione avviene attraverso il lavoro, abbiamo avuto la possibilità di constatare come i nostri progetti lavorativi si siano potuti allineare con le speranze e le attese, corredate a volte anche da delusioni, delle Persone che hanno con noi intrapreso una scelta.
I vari percorsi lavorativi diventano così anche sostegno per percorsi differenti: stage scolastici e tirocini professionali sono l’occasione offerta dalle nostre realtà per accompagnare professionalmente, attraverso figure per il tutoraggio messe a disposizione dalle cooperative, coloro che ci richiedono di mettere in atto percorsi guidati, nel lavoro sociale. La collaborazione con Scuole, Agenzie di Formazione Professionale e Università è quindi molto stretta ed in continua espansione.